I Prestiti online convengono davvero?

Internet ha sdoganato tantissimi servizi che fino a pochi anni fa non ci sognavamo di chiedere online. Per esempio, i prestiti: non è un mistero l’esistenza di numerosissimi portali che offrono dei prestiti a condizioni vantaggiose ma, soprattutto, permettono di controllare bene online tutti i preventivi e di sapere in anticipo che spese aspettano per un certo prestito.

Internet è quindi senza dubbio alcuno uno strumento comodo per controllare tutti i preventivi dei prestiti e per poter avere un’idea di quello più conveniente per le proprie esigenze, ma conviene davvero fare un prestito online? Il quesito è stato analizzato a fondo su questo sito ricco di consigli sui prestiti online, li abbiamo letti e ci siamo fatti la nostra idea a riguardo, ed abbiamo deciso di esporla nelle prossime righe.

Come si chiede un prestito online?

In linea di massima, fare un prestito online non richiede particolari attenzioni: il fatto di non parlare direttamente con un operatore è comunque compensato dalla possibilità di effettuare tutte le ricerche sui documenti informativi con tutta calma, in modo da sapere in ogni momento le informazioni sul prestito in questione.

Ci vuole cautela rispetto alla banca o finanziaria che opera il prestito, questo è innegabile. Vale sempre la pena controllare se il nome della banca o finanziaria risulti o meno nell’elenco della Banca di Italia di quelle autorizzate a proporre dei prestiti online: questa è una raccomandazione che vale per la propria sicurezza finanziaria.

Chiedere un prestito online può essere rapido, veloce, così semplice da portare a fare dei banali errori: per esempio, non controllare bene tutta la documentazione prima di fare richiesta. Sta al cliente evitare questi errori grossolani che potrebbero costare cari.

Cosa tenere a mente quando si effettua la richiesta online di un prestito?

Uno dei maggiori errori che si fanno concludendo un contratto di prestito online è quello di non guardare il Taeg e di limitarsi a controllare il Tan. Il primo può essere molto più alto e meno appetibile del secondo, in quanto contiene anche spese accessorie di istruttoria, eventuali assicurazioni, oltre che gli interessi. Quindi fate sempre attenzione a non fare le cose di fretta.

Attenzione anche agli oneri accessori che sono scritti in piccolo e possono sfuggire quando si conclude un prestito online: che si tratti di assicurazioni (che sono obbligatorie, lo ricordiamo, solo nel caso di cessioni del quinto) o spese di intermediazione, è sempre bene controllare con cura tutto prima di mettere la firma.

Anche le condizioni contrattuali vanno lette con cura, come e anzi ancora con più calma di quanto non si farebbe in banca con l’operatore. Attenzione a tutte le clausole, per esempio quelle sui ritardi del pagamento.

Insomma, basta qualche regola di buonsenso e quindi concludere prestiti online può essere non solo più conveniente (spesso ci sono delle condizioni favorevoli per chi fa il contratto su internet) ma semplice, veloce e fa risparmiare tempo. Purché si faccia tutto con la dovuta calma e sempre con banche e finanziarie che siano autorizzate.

Leggi sullo stesso argomento:

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi