Quali strategie seguire per investire in borsa?

È possibile investire in Borsa e guadagnare? Ci sono differenti tattiche che permettono ad ogni investitore e trader di raggiungere interessanti e promettenti guadagni sul capitale che viene investito. Anche se si tratta di una attività non esente da rischi, si deve essere preparati ad affrontare la sfida derivante dai mercati borsistici: il maggiore problema è capire quali sono le migliori azioni da comprare che ti permettono di generare un reddito extra attraverso l’investimento in Borsa. Ma investire in Borsa comporta solo dover analizzare il mercato azionario? In effetti, ci sono altri interessantissimi asset e strategie che consentono di guadagnare, scopriamoli in questa guida dedicata. 

Investire e guadagnare in Borsa: quali sono le migliori strategie?

Nonostante le fluttuazioni e le “schizofrenie” che connotano i mercati borsistici, gli investitori sono sempre più attratti dal mercato azionario o MTA. Quali titoli azionari acquistare? Per massimizzare il proprio rendimento è necessario comprare solo azioni o titoli di credito di quotate in grado di conseguire ottime performance aziendali e di mostrare una solida struttura economico-patrimoniale. Capita spesso di acquistare azioni di una azienda che non rispecchiano le prospettive prefissate, ma niente paura si può optare per la rivendita dei titoli azionari. Compravendere azioni con un dossier titoli aperto presso la banca o la SIM presso la quale abbiamo un conto corrente non è l’unica strategia che consente di investire in Borsa. Infatti, le commissioni e gli oneri di intermediazione possono annichilire il rendimento economico derivante dall’investimento sul mercato borsistico. Inoltre, si deve tenere anche conto degli oneri fiscali che vengono applicati sui capital gain conseguiti. Dunque, affidarsi ad un intermediario (banca o SIM) non sempre è la migliore strategia per iniziare ad investire in Borsa. Tra le migliori strategie consigliamo di optare per il trading online di CFD o di Contratti Per Differenza: si tratta di un’attività che consente di speculare sia al rialzo sia anche al ribasso sulle quotazioni delle azioni o di ogni altro asset sottostante (obbligazioni, criptovalute, materie prime, ETF, ETN, Futures, etc.). Il CFD rappresenta uno strumento finanziario che replica le performance di un altro sottostante o asset, in questo modo non si entra in possesso fisico del bene, ma si scambiano beni intangibili. La variazione di quotazione tra il CFD ed il sottostante è dovuta allo spread, definito come la differenza tra il prezzo di vendita e quello di acquisto dell’asset e rappresenta una piccola percentuale che il Broker trattiene. Ancora più interessante è guadagnare con la leva senza dover investire enormi capitali, ma prestando la massima attenzione alle perdite. È chiaro che ogni trader deve avere una propria strategia di investimento ad hoc che dipende dai seguenti fattori:

  • gli obiettivi che si vuole raggiungere,
  • le preferenze negli asset da compravendere,
  • orizzonte temporale (breve, medio, lungo periodo),
  • scelta delle Piattaforme di trading online (Plus 500, IQ Option, eToro, AvaTrade, etc.),
  • scelta dei Wallet o Borsellini elettronici dove detenere criptovalute (Coinbase, Binance, Poloniex, Spectrocoin, etc.).

Leggi sullo stesso argomento:

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi