Come compilare un bollettino postale

Come compilare un bollettino postale? Quando ci si trova dinanzi ad un bollettino postale possono sorgere altro che dubbi sulla corretta compilazione dei campi vuoti. È assolutamente importante seguire una guida ad hoc che spieghi passo dopo passo come si deve compilare correttamente un bollettino postale, senza compiere errori e senza avere timore di sbagliare. Ecco la guida rapida e chiara su come compilare un bollettino postale senza fare errori. 

Bollettino postale: Tipologie

Sembra banale, ma in effetti la maggior parte della popolazione italiana può avere dubbi in merito alla corretta compilazione del bollettino postale da utilizzare per pagare una tassa, un contributo scolastico o una prestazione. È all’ordine del giorno compilare bollettini postali, per questo è importante sapere come funziona esattamente e come compilarlo in modo corretto. Prima di passare alla spiegazione della corretta compilazione del bollettino, è bene sapere che Poste Italiane mette a disposizione nei suoi uffici due diverse tipologie di moduli cartacei da compilare correttamente. Vediamoli.

  • Il modello CH8/bis è la tipologia di bollettino postale può semplice composta da due parti: la prima è la c.d. ricevuta di accredito che rimane all’ufficio postale dove ci si reca ad effettuare il versamento, la seconda parte è costituita dalla ricevuta di versamento, che rimane al soggetto che procede ad effettuare il versamento.
  • Il modello CH8/ter differisce da quello precedente per il solo fatto di avere tre parti anziché due; infatti, la terza parte contiene un’altra ricevuta di versamento che rimane a colui che esegue il versamento all’ufficio postale e che può consegnarla al beneficiario per accertare di avere eseguito il pagamento.

In buona sostanza, sia che si compili il bollettino a due o a tre parti, la sostanza non cambia e i campi da compilare sono gli stessi. Vediamoli.

Bollettino postale: quali campi compilare?

Una volta che ci si reca all’ufficio postale, è importante essere preparati ad hoc per evitare di incorrere in errori nella compilazione del bollettino postale. Ecco quali sono i campi e le informazioni che devono essere inserite:

  • numero conto corrente destinatario (“Sul c/c n.”), si tratta di un’informazione fornita dal destinatario del pagamento e spesso è già stampata sul bollettino postale cartaceo consegnato. Nel caso in cui non lo sia, si deve scrivere il numero di conto corrente nelle 12 caselle in alto a destra;
  • importo versamento in numeri (Euro): compilare il alto a destra nell’apposito campo l’importo della cifra da versare (in numeri);
  • importo versamento in lettere (“importo in lettere”): scrivere in lettere l’importo della cifra da versare al beneficiario (ad esempio: TRENTATRE / 50)
  • intestazione (“intestato a”), in questo campo si deve scrivere lo stesso nome a cui è intestato il numero di conto corrente postale;
  • causale: si tratta di scrivere il motivo del versamento che si sta effettuando. La causale deve essere chiara e spesso viene già comunicata dal destinatario del pagamento;
  • bollo dell’ufficio postale: questa parte deve rimanere necessariamente in bianco dato che è lo spazio dove l’addetto all’ufficio postale deve inserire il bollo identificativo;
  • dati personali (“eseguito da”), si tratta di riportare sullo stesso bollettino tutti i dati personali di chi deve eseguire il versamento (nome e cognome, indirizzo, CAP, località).

Segui tutti questi step e il tuo bollettino postale è compilato correttamente.

 

Leggi sullo stesso argomento:

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi